Volete migliorare la vostra produttività? Secondo Assya Barrette, una giovane imprenditrice americana, vi sono alcune cose da fare nei primi dieci minuti dal vostro arrivo sul luogo di lavoro, e comunque prima di “buttarsi nella mischia”,  che propiziano una buona giornata di lavoro.

Sinceramente, mi risulta difficile pensare che sia possibile farle tutte. Ciò premesso, alcune mi sembrano meritevoli almeno di un tentativo…

  1. Prendere carta e penna e scrivere tre cose che vi rendono una persona riconoscente alla vita. L’autrice cita una ricerca dell’Università di Miami secondo la quale le persone che tengono un diario della “gratitudine” non solo mostrano un maggiore grado di attenzione, entusiasmo, determinazione, ottimismo ed energia ma hanno un approccio più efficace rispetto ai propri obiettivi. Infine le persone riconoscenti sono anche quelle che si sentono più amate.
  2. Mettere in ordine la scrivania: non vi è nulla di peggio di annaspare nel disordine alla ricerca delle proprie cose. Qualche minuto dedicato a mettere le cose esattamente come servono a voi sarà di grande giovamento.
  3. Salutare “bene” i colleghi che condividono il vostro spazio di lavoro. La qualità dei vostri rapporti sul luogo di lavoro è fondamentale per consentirvi di dare il meglio.
  4. Annotare i tre obiettivi che vi daranno il senso di una giornata spesa bene. Sapere di avere tre cose da fare assolutamente prima di andare a casa farà da argine alle distrazioni del nostro modo di vivere “iperconnessi” (mail, telefonate, sms, social ecc.).
  5. Verificare che la vostra lista di cose da fare sia coerente con i vostri obiettivi e le vostre priorità.
  6. Scrivere la vostra frase del giorno. Può apparire strano ma il fatto di iniziare la giornata con una frase che parla di voi e del vostro rapporto con il mondo ha il magico potere di rafforzare il vostro orientamento all’azione.
  7. Leggere una citazione celebre.

Cari lettori, è probabile che infilare tutte le attività citate nei primi dieci minuti della vostra giornata risulti un compito quasi impossibile. La mia raccomandazione è iniziare con una, o al massimo due, e “vedere l’effetto che fa”. Sono certo che sarete positivamente sorpresi dai benefici di questo piccolo sforzo.

  • Share:

Leave a comment